Data evento: 
da 09/04/2022 a 06/05/2022

ENRIQUE BRECCIA A VILLA PISANI  - VIAGGIO A VENEZIA 

VeneziaComix e Remer Comics portano a Venezia il maestro del fumetto argentino con un doppio omaggio alla città di Venezia: il suo ultimo capolavoro inedito e una mostra a Villa Pisani

9 aprile - 8 maggio 2022

 

Sarà il Maestro Enrique Breccia l’ospite illustre che omaggerà la città di Venezia con un volume inedito e la prima mostra italiana a lui dedicata, che si terrà, in collaborazione con la Direzione regionale Musei Veneto, al Museo Nazionale Villa Pisani a Stra dal 9 aprile all’8 maggio prossimi. Il grande fumettista argentino presenterà a Villa Pisani al vernissage della mostra il suo ultimo capolavoro, ENRIQUE BRECCIA - VIAGGIO A VENEZIA, progetto nato dalla collaborazione tra l’Associazione Culturale VeneziaComix, realtà fumettistica nata proprio nella città lagunare, la casa editrice veneziana Remer Comics e il Comune di Venezia – progetto Venezia1600 per celebrare i 1600 anni dalla nascita della città lagunare, primo passo di una collaborazione più articolata tra il Maestro, l’Associazione e la città di Venezia.

La personale dedicata al Maestro e ospitata nella prestigiosa sede del Museo nazionale di Villa Pisani esporrà gli inediti originali del Maestro sulla città lagunare.

L’esposizione ha il patrocinio del Comune di Stra, di Riff- Rete Italiana Festival del Fumetto con la partnership tecnica di Generali – Bortoli Assicurazioni e Atipico.

La mostra presenterà una ventina di grandi tavole inedite ed in originale a coprire le tre storie narrate nel libro che Breccia ha dedicato alla città di Venezia, oltre ad altre tavole che racconteranno la carriera e l’amore per Venezia del Maestro argentino. Inoltre, la collaborazione con le realtà locali e la cultura veneziana, ha portato alla decisione di un vernissage a sua volta decisamente particolare e “saporito”.

IL LIBRO

Curato dalla casa editrice veneziana Remer Comics in contemporanea con le celebrazioni per i 1600 anni di Venezia, il volume illustrato ENRIQUE BRECCIA - VIAGGIO A VENEZIA è una raccolta di tre episodi ambientati nella città veneziana e sospesi tra realtà e sogno. Tre brevi racconti sceneggiati da Barbara Pilon, tre modi diversi di interpretare la città di Venezia tra realtà, storia, sogno e fantasia. Tre gioielli cesellati da un grande artista e dedicati a una città che è universale simbolo di bellezza. Dal delirio di un frate che pensava di aver scoperto il mondo al viaggio di chi il mondo lo scopre veramente, passando per i sogni ad occhi aperti di un vecchio pescatore. Ad accompagnare le preziose immagini, gli interventi di Alberto Toso Fei scrittore, storico e divulgatore della cultura veneziana, Antonio Franzina, giornalista e scrittore vicentino tra i massimi esperti al mondo della “via del baccalà” e il poeta veneziano Emanuele Bottazzi con l’introduzione di Luca Barbieri. “Ancora più della sua singolarità, che la rende unica nel mondo, sempre mi ha colpito l’enorme peso della sua eredità storica come porta tra Oriente e Occidente”, spiega Breccia, “Le vicende che compongono il volume sono dedicate ad altrettanti protagonisti della storia veneziana. Sono pagine molto lavorate e hanno richiesto tempo, non solo per disegnarle ma soprattutto per cercare di rispecchiare lo stato d’animo. Nelle tre storie c’è un profondo senso poetico e umanistico che rappresenta una vera sfida per l’interpretazione grafica. E questo mi ha gratificato e stimolato moltissimo.

CHI È ENRIQUE BRECCIA

Enrique Breccia nasce nel 1946 in Argentina. Ha realizzato il suo primo lavoro nel 1968, quando ha illustrato La Vida del Che, una biografia del rivoluzionario Che Guevara scritta da Héctor Germán Oesterheld. Nel 1972 inizia la sua collaborazione con la casa editrice inglese Fleetway, disegnando il fumetto Spy 13 con uno pseudonimo, e poi una serie di storie di guerra per la rivista italiana Linus.La sua collaborazione più conosciuta in Italia è quella con lo sceneggiatore Carlos Trillo, con il quale realizza El Buen Dios, immediatamente seguito da Alvar Mayor, il suo più famoso personaggio, Robin delle stelle (El Peregrino de la Estrellas), il surreale Los Viajes del Marco Mono e El Reino del Azul. Nel 1983 ha disegnato Ibáñez scritto da Robin Wood, e, l'anno seguente, El Sueñero e El Cazador del Tiempo di cui è anche sceneggiatore. Ha anche realizzato parecchi adattamenti a fumetti di romanzi famosi come L'isola del tesoro e Moby Dick. Nel 1987 ha pubblicato il romanzo a fumetti Lope de Aguirre. Nel 2000 inizia la sua collaborazione con gli editori americani di fumetti, lavorando su X-Force per la Marvel, e per la DC Comics Legion Worlds e Batman: Gotham Knights. Nel 2002 ha disegnato il romanzo a fumetti Lovecraft, sulla vita dello scrittore H. P. Lovecraft scritto da Hans Rodionoff, per la Vertigo.

Sempre per la casa editrice statunitense nel 2005 è diventato l'artista principale della serie Swamp Thing, disegnando 22 numeri fino al 2007. Dal 2012 vive in Italia, dove collabora con la casa editrice 001.

Nel 2012, per la Sergio Bonelli Editore, ha realizzato una storia di Dylan Dog pubblicata sull'ottavo volume del Dylan Dog Color Fest, poi uno speciale estivo di Tex Willer (il cosiddetto Texone) intitolato Capitan Jack, su testi di Tito Faraci, pubblicato nel giugno 2016.

Da pochi mesi è uscito nelle edicole il nuovo Tex