Data evento: 
da 14/05/2022 a 25/09/2022

"dalla Scultura alla Fotografia" di Claude Andreini | Sabato 14 maggio ore 18.00 

Il Museo Nazionale Concordiese in collaborazione con l’Associazione L&A (Linguaggi e Arte),promotrice di mostre d’arte contemporanea presso gli spazi espositivi del Museo di Portogruaro, ha il piacere di accogliere nella suggestiva cornice della Basilica Apostolorum dell’Area archeologica sotto la Cattedrale Concordia Sagittaria, la mostra “dalla Scultura alla Fotografia” dell’artista Claude Andreini.

In esposizione:

SCULTURE: interracotta, argilla semirefrattaria, dedicate alla figura femminile,espresse con masse e linee fluide. La colorazione è applicata a freddo, a base di pigmenti naturali, gomma lacca e borotalco.

FOTO: Una prima serie intitolata Arte partecipataevidenzia il rapporto fra le opere esposte e chi le avvicina. La seconda serieArte Espostariorganizza le opere esposte, coinvolgendole con l’ambiente in cui sono viste o esposte.

Tecnicamente, le riprese sono realizzate per la maggiore con un vecchio mezzo fotografico a bassa definizione, per “il rifiuto dell’esasperazione tecnologica prorompente e continua che valorizza di più le prestazioni del mezzo che la mano che lo deve gestire” e “ per la qualità tecnologica scadente del mezzo che offre immagini cariche di una ambiguità fra fotografia e pittura \grafica”, stimolando il pensiero attraverso il dubbio.

Le immagini vengono poi stampate su carta da disegno pesante, imbevuta di una soluzione che la rende meno permeabile, aggiungendo elementi materici durante la sua applicazione. Dopo la stampa c’è l’elaborazione  manuale dell’immagine, con l’applicazione  di colori, cere, inchiostri, trasparenze o l’eliminazione di parte dell’immagine. In questo modo è garantita l’unicità di ogni pezzo.
 

Inaugurazione SABATO 14 MAGGIO 2022 alle ore 18.00, con apertura straordinaria serale del Museo, fino alle ore 22.30 in occasione della Notte Europea dei Musei.

La mostra sarà visitabile durante gli orari di apertura dell’Area archeologica fino al 25 SETTEMBRE 2022.
______________________________

Claude Andreinifotogarfo e scultore, nasce a Liegi,  nel 1950 da genitori toscani, fuggiti dal fascismo. A diciassette anni inizia a praticare la scultura con argilla.  Nel1971, diplomato insegnante di Educazione Fisica e di Biologia, si reca in Algeria, dove insegna per due anni nell'ambito della  Cooperazione  Internazionale e scopre la fotografia. Di ritorno in Belgio, comincia gli studi in fisioterapia e simultaneamente, nel 1976, l’Accademia di Liegi gli concede di inserirsi nel terzo anno del corso di scultura con MaddyAndrien, scultore di fama internazionale.Nel 1980 lavora in Spagna e nel 1981 emigra in Italia. Dal 1985 vive e lavora come fisioterapista a Boldara, Comune di Gruaro (Ve). Dal 1989, studia fotografia presso la Scuola Internazionale di Fotografia ad Arles, nell’ambito del noto Festival dove ha seguito corsi con fotografi maestri tra i quali ArnaudClaass, Knut Marron (Premio Kodak America 1994), Lucien Clergues, Claude Lemagny, Ralf Gibson, Michel Milovanoff e altri. Nel 1995 vince il premio nazionale L’OREAL,  classificandosi primo su 4200 concorrenti e due sue immagini sono trasformate in poster pubblicitari.

Molte le mostre personali, collettive, pubblicazioni di Claude Andreini, in Italia e nel mondo, tra cui ricordiamo:

nel 1998 l’inserimento da parte di Claude Lemagny  di alcune sue foto  nelle collezioni della BibliothèqueNationale de France Parigi;

Vincitore nel 2003 del Premio Photoservice al Festival Internazionale di Arles en Provence, espone a Parigi per un anno con le sue foto sull’Olocausto (“Finestre”- Mauthausen); lo stesso lavoro esposto al Candiani di Mestre e a Chicago nel 2011; 

nel 2004 entra a fare parte dei fotografi della FLATFILE Galleries di Chicago, dove espone nel 2005 con JonSaudeck e KimikoYoshida e nel 2007 con Jeff Dunas e L. Clergue;

nel 2007 espone in Cina, ospitato ed invitato dall’Università di Jinan;

nel 2008 personale al Palazzo Municipale della città di Graz, in Austria (Holocaust- Auschwitz  commemorazione  dell’Anschluss del 1938) e  lavora con Grazia Neri nella giuria del Czech Press Photo Contest a Praga;

Nel 2009 a Chicago USA: PHOTOWERK\ARLES EN PROVENCE: Personale al Festival Internazionale del Nudo;

Nel 2015 è nominato “Fotografo dell’anno” dal CRAF di Spilimbergo.