Polo Museale del Veneto

Servizi

Servizi educativi

Esperienze didattiche multimediali

La Natura nell'Arte 
Un percorso tra realtà ed immagine
nella pittura veneta del XV secolo

Osservando con attenzione i capolavori dell'arte veneta del XV secolo ci accorgiamo di quanto sia complesso il rapporto con la realtà e pur sempre mediato dalla sensibilità e dalla personalità interpretativa dell'artista. L'immagine prodotta è risultato della somma di due momenti che l'autore caratterizza con la propria soggettività: la fase della percezione dell'oggetto e la fase della sua rappresentazione. Anche nel Rinascimento, pertanto, si tende a capire e ad interpretare il reale piuttosto che a riprodurlo o imitarlo meccanicamente. L'immagine botanica o paesaggistica non sempre risulta fedele e decifrabile e questa difficoltà può disorientare, perché si constata l'impossibilità di individuare una chiave interpretativa univoca ed esaustiva.

"La Natura nell'Arte", il titolo che si è voluto dare a questo percorso didattico multimediale, nella sua essenzialità lascia libero spazio a due differenti modalità di lettura dell'elemento naturalistico, interpretazioni che non si riveleranno necessariamente antitetiche e tanto meno esclusive. L'ipertesto, la cui esplorazione è resa più immediata grazie a mappe interattive, sin dall'inizio si dirama in due direzioni che corrispondono agli approcci interpretativi proposti.

La prima sezione conduce, attraverso una serie di schede monografiche, al riconoscimento di fiori, frutti, alberi rappresentati nei dipinti di scuola veneta dei secoli XIV e XV e ad una descrizione delle valenze simboliche ad essi attribuite, ovvero alla spiegazione delle motivazioni devozionali-religiose che giustificano l'introduzione del mondo vegetale nella decorazione pittorica.

La seconda sezione propone una diversa ed articolata lettura degli elementi paesaggistici e botanici che ricerca riferimenti utili all'interpretazione della loro trasfigurazione pittorica nelle testimonianze bibliografiche e cartografiche dell'epoca e nei numerosi atti normativi che la Repubblica Serenissima promulgò per far fronte a problematiche assolutamente nuove relative alla gestione del territorio ed alla conservazione dell'ambiente naturale. La rappresentazione di un albero, di un fiore o di un paesaggio campestre, pur modellata secondo la soggettività espressiva dell'artista, può, infatti, trovare nuove valenze e significati se inserita in un contesto storico che segnò un momento importante del complesso e mutevole rapporto tra uomo e natura.

 

CD ROM ipertestuale a cura di Daniele Savio
Progetto didattico di Annalisa Perissa
Testi e ricerca di Annalisa Perissa e Daniele Savio
Progetto e realizzazione ipertestuale, interfaccia grafica di Daniele Savio

La Natura nell'Arte