Polo Museale del Veneto

Servizi

Servizi educativi

Esperienze didattiche multimediali

La pala d'altare: Veronese alle Gallerie dell'Academia

Presentazione del progetto

Il Progetto didattico "La pala d'altare: Veronese alle Gallerie dell'Accademia" si inserisce nell'ambito della pluriennale collaborazione tra i Servizi Educativi della Soprintendenza e l'I.T.I.S. "G. Marconi" di Padova ed è stato studiato nell'intento di coinvolgere gli allievi di un istituto tecnico, che non contempla l'insegnamento della storia dell'arte, alla conoscenza diretta dell'espressione artistica, affrontando un percorso che approfondisce le tematiche del sacro nel linguaggio artistico e la simbologia dei personaggi rappresentati nelle storie bibliche ed evangeliche, in connessione con le attività curriculari di Religione.

L'iconografia, che parla al fedele attraverso i simboli e gli attributi allusivi al martirio o ai miracoli dei santi, racconta la storia per immagini, senza l'ausilio della parola, con la sola forza dell'oggetto raffigurato.

L'eloquenza di un'immagine, infatti, è immediata e la rappresentazione di un intero racconto, come di un singolo episodio, è percepita in modo semplice e diretto dall'osservatore, in quanto parte di un tessuto religioso diffuso, di cui il dipinto diventa testimone esplicito, evocatore di fatti noti e portatore di un messaggio religioso, artistico e storico che appartiene a un patrimonio culturale comune. I santi raffigurati nelle pale d'altare di Paolo Veronese e le storie sacre raccontate sono diventati testimoni di arte, storia, religione, che gli alunni hanno imparato a decifrare e a considerare nel loro insieme di documento artistico tanto più valido quanto più espressione concettuale ed estetica di contenuti e valori morali e civili.

La lettura attenta delle varie simbologie e l'osservazione guidata dei canoni artistici rivolta alla comprensione del linguaggio intrinseco dell'opera d'arte ha portato gli allievi a cimentarsi nel creare strumenti didattici per guidare altri loro coeranei ad interpretare le immagini sacre. Ecco i loro testi di lettura delle quattro pale d'altare prescelte raccolti nel fascicolo, le schede di sala a disposizione di altri giovani visitatori del museo, il cd-rom quale strumento multimediale di indagine, comprensivo dell'intero percorso svolto.

Alla visita alle pale d'altare di Paolo Veronese delle Gallerie dell'Accademia è seguita quella alle chiese veneziane, con l'obiettivo di contestualizzare le pale nel loro luogo di origine e vedere opere di altri artisti, sempre di ambito veneto e cinquecentesco, per un confronto iconografico e stilistico con l'artista che Boschini nel 1674 definiva: "il tesoriere della pittura, perch%uFFFD da quella gli sono state impartite tutte le gioie del suo erario prezioso, con la facoltà di poterle distribuire a suo libero arbitrio di modo che si vede tutto il mondo gioiellato dal suo pennello".

Annalisa Perissa
Responsabile dei Servizi Educativi del Museo e del Territorio

 La pala d'altare: Veronese alle Gallerie dell'Accademia