Direzione regionale Musei Veneto

 

Indirizzo

Museo Archeologico Nazionale di Adria
Via G. Badini, 59
45011 Adria (Rovigo)

Tel. +39 0426 216 12
drm-ven.museoadria@cultura.gov.it 

Orari di apertura

Il museo è aperto al pubblico:

  • dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 (ultimo ingresso alle 13.00);
  • sabato e domenica dalle 14.30 alle 19.30 (ultimo ingresso alle 19.00).

CHIUSO: tutti i lunedì e l’ultima domenica del mese.

    Si ricorda che la biglietteria chiude mezz'ora prima.

    Prenotazione facoltativa: drm-ven.museoadria@cultura.gov.it o al n. di telefono + 39 0426 21612.

     

    Con un anticipo di almeno 30 giorni, la Direzione del Museo potrà valutare eventuali aperture su prenotazione; scrivere a: drm-ven.museoadria@cultura.gov.it.

    Per aggiornamenti ed aperture eccezionali, si prega di consultare le informazioni nella pagina Facebook del museo@Museoarcheologicoadria

      Ingresso

      AVVISO AL PUBBLICO:  In ottemperanza alle nuove disposizioni governative si informa il gentile pubblico che dal 1° maggio 2022 per l'accesso ai Musei, Istituti e luoghi della cultura  è vivamente raccomandato l'uso di dispositivi di protezione individuale delle vie respiratorie (mascherina chirurgica). 

       

      Ingresso Biglietto intero: € 4,00 
      Biglietto Agevolato: € 2,00 (ragazzi di età compresa tra 18 e 25 anni; possessori di AREA ARTE CARD).

      MUSEUMPASS 365 : € 12,00 abbonamento annuale con valenza di un anno dalla data di sottoscrizione (clicca qui)

      BIGLIETTO INTEGRATO (PERCORSO 1) : € 12.00 

      Prevede il riconoscimento di un biglietto unico integrato utilizzabile in tre mesi dall’emissione, per i Musei statali di Adria, il Museo Archeologico Nazionale, e di Stra, il Museo di Villa Pisani e i Musei civici della Laguna Sud San Francesco Fuori le Mura e di Zoologia marina “Giuseppe Olivi” 

      Ingresso gratuito per legge, direttamente presso le biglietterie delle sedi espositive, tramite esibizione di un documento attestante una delle seguenti condizioni:

      (Per l’elenco completo delle agevolazioni visitare la pagina del Mic)

      • Minori di 18 anni di qualsiasi nazionalità, provvisti di valido documento di identità. I minori di 12 anni devono essere accompagnati da un adulto
      • Cittadini italiani residenti all'estero, dietro esibizione di idoneo documento attestante l'iscrizione all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero​ (AIRE), nei limiti del Fondo appositamente istituito dal MIC;
      • Portatori di handicap e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria".;
      • Cittadini di Paesi non comunitari a "condizione di reciprocità" (i minori di 12 anni devono essere accompagnati);
      • Guide turistiche dell'Unione europea nell'esercizio della propria attività professionale, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
      • Interpreti turistici dell'Unione europea quando occorra la loro opera a fianco della guida, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
      • Personale del Ministero della cultura;
      • Membri dell'I.C.O.M. (International Council of Museums)
      • Gruppi o comitive di studenti delle scuole pubbliche e private dell'Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, previa prenotazione e nel contingente stabilito dal direttore del Museo
      • Docenti e studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: Architettura, Conservazione dei beni culturali, Scienze della formazione o Lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell'Unione Europea. L'ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di idoneo documento
      • Allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico);
      • Docenti e studenti iscritti alle Accademie di Belle Arti o a corrispondenti istituti dell'Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso
      • Docenti ed agli studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione o lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell'Unione Europea. L'ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di idoneo documento;
      • Docenti di storia dell'arte di istituti liceali, mediante esibizione di idoneo documento;
      • Personale docente della scuola, di ruolo e con contratto a termine, mediante esibizione di idonea documentazione.
      • Giornalisti in regola con il pagamento delle quote associative, mediante esibizione di idoneo documento comprovante l'attività professionale svolta
      • Per motivi di studio, ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonchè da organi del Ministero, ovvero per particolari e motivate esigenze, il direttore del Museo può consentire l'ingresso gratuito nelle sedi espositive e per periodi determinati a coloro che ne facciano richiesta;
      • Operatori di associazioni di volontariato che svolgono attività di diffusione/conoscenza dei Beni Culturali

      Accessi gratuiti straordinari
      Giornate Europee del Patrimonio e altri eventi culturali eccezionali per i quali l’ingresso gratuito sia previsto da decreto ministeriale.

      Accessibilità per disabili

      Si

      Guida tematica scaricabile

      E' uscita la nuova guida al Museo Archeologico Nazionale di Adria (2021), acquistabile anche online

      Guida tematica sfogliabile al Museo Archeologico Nazionale di Adria. 

      Guida tematica da scaricare al Museo Archeologico Nazionale di Adria (si consiglia di usare il browser Firefox):

      Seguici su​

      facebook

      Catalogo ICCD online

      Catalogo ICCD on line - Museo archeologico nazionale di Adria
      SMPP

      Il Museo di Adria fa parte del Sistema Museale Provinciale Polesine che nasce nel 2003 allo scopo di diffondere e valorizzare la conoscenza del ricchissimo patrimonio culturale polesano. 
      I "musei", grandi e piccoli, attivi nel territorio provinciale si presentano insieme, come parti di un sistema, che rappresenta una pratica organizzativa efficace e funzionale per la realizzazione di iniziative e progetti qualificati per lo scambio di informazioni, quale occasione di confronto. 
      Oggi, il Sistema Museale Provinciale Polesine è una struttura forte, che ha tutte le carte in regola per svolgere un ruolo fondamentale nel processo di sviluppo dell’offerta turistico-culturale della provincia di Rovigo.  

      (www.smppolesine.it)

      MuSST

      Musei e sviluppo dei sietemi territoriali

      Con la sottoscrizione il 31 gennaio 2020 dell’Intesa tra la Direzione Regionale Musei del Mibact, la Regione del Veneto, la Provincia di Rovigo e la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, è stato dato formale avvio al piano strategico di valorizzazione del patrimonio culturale del Polesine, obiettivo del MuSST#2.

      Il MuSST dedicato al Polesine è stato selezionato quale unico progetto per il Nord Italia dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo.

      Il progetto è sostenuto dal Ministero, dalla Fondazione Cariparo e dalla Regione del Veneto.

      MuSST Musei tra Adige e Po 

      Offerta formativa e didatticaPer l'offerta formativa anche virtuale e i percorsi didattici interattivi al museo clicca qui